PALAZZO COMUNALE

Uscendo dal Duomo si ha, sulla sinistra, il Palazzo Comunale, austero edificio a tre piani di cui l’ultimo coronato da camminamento di ronda merlato. Al di sopra si eleva la torre a due piani di merli. La costruzione risale alla seconda metà del 1300, una recente ipotesi attribuisce la facciata a Michelozzo, cui sarebbe stato commissionato il disegno nel 1424. L’edificio, rivestito in travertino, è di gusto fiorentino. Il piano terra, a bugnato rustico a filari irregolari, presenta ai lati del portale due mensole di cui quella di sinistra sorregge un grifo.Un sottile marcapiano separa la parte rustica dal secondo piano con otto aperture, sei finestre e due nicchie centrali. Al secondo piano quattro finestre più piccole ripetono i temi del piano inferiore. Oltrepassato il portale, troviamo all’interno il trecentesco cortile con due belle logge sovrapposte. Interessante il panorama che si abbraccia dalla sommità della torre, esteso dal Monte Amiata a Siena, al Trasimeno, al Monte Subasio.